Archivio per la categoria ‘Io’

Giocare col mio vivere…….

Pubblicato: 23 gennaio 2014 in Io

Ancora una volta questa tastiera è pigiata tremando, scuotendo il mio cuore come si fa con un salvadanaio dentro il quale son rimasti pochi spiccioli….tintinnano talmente forte da stordire l’udito….ma fanno solo rumore…la sostanza è altrove, chissà dove, sprecata magari per futili oggetti e futili regali che nessuno ha apprezzato, vani.

Ancora una volta ho giocato col mio vivere e cosa ancor più grave l’ho fatto con coscienza, una coscienza sbieca dettata dall’amore che destabilizza il raziocinio e non da sollievo anzi distrugge.

Ancora una volta ho creduto alle parole vuote ed effimere ed ho lasciato che prendessero il posto delle lacrime versate spazzandole via, ma solo per due giorni.

Questa è la realtà che sento, quella stessa acqua che dovrebbe dar vita, da cui tutto nasce. Appena nati piangiamo, crescendo piangiamo nell’incertezza del divenire, arrivati al fiore della vita piangiamo per i gradini da salire, nell’età adulta piangiamo per non essere giunti dove avevamo sperato, da canuti piangiamo per la signora nera che vediamo tenderci la mano, morendo piangiamo per la nostalgia della vita.

E’ tutto un ciclo di pianti l’esistenza!

Ma perché? Io credo che sia solo la visione più oscura della gioia di vivere.

La vita dovrebbe essere felicità ma solo se la vediamo dagli occhi di chi guarda e non di chi sente.

Quando nasciamo nostra madre sorride per la sua vittoria, crescendo i nostri genitori sorridono dinanzi alle nostre scelte discusse e discutibili, arrivati al fiore della vita i nostri amici sorridono delle nostre sconfitte sminuendole, da canuti i nostri figli sorridono dei nostri pensieri sulla morte bislacchi, e morendo chi ci guarda sorride pensando che finalmente non soffriamo più.

Le prospettive cambiano il mondo si capovolge e noi possiamo scegliere da che parte stare….sempre e il più delle volte scegliamo di schierarci con la parte debole, triste, pessima. Abbiamo un abnegazione per la sofferenza, uno spirito soccorritore. Pensiamo di essere in grado di salvare il mondo non rendendoci conto che nel salvarlo stiamo uccidendo noi stessi ma testardi continuiamo nell’intento….e quando tutto finisce ci ritroviamo vuoti, inutili di fronte ad uno specchio a disperarci delle scelte fatte e a maledire noi stessi….ma soprattutto SOLI!

E nulla è servito a nulla, né il mondo è cambiato, perché nulla e nessuno cambia, semplicemente si evolve e a volte in peggio, né ci risvegliamo migliori al contrario, l’ennesima esperienza che ci rende ancora più duri, sfiduciati, disincantati e delusi.

Ma la vita è vita e forse ce ne sarebbe bisogno di averne di più e più ancora per capire che in un soffio della sua durata nulla vale la pena da plasmare il nostro sentire ad un semplice dolore…..la vita è un dono, una frase sentita continuamente tanto da essere retorica ma ci siamo fermati mai a pensare a cosa significhi la parola “dono”?

No, non credo……dono io lo intendo come l’espressione più alta di noi stessi, la nostra dignità, il nostro più profondo io, il nostro cuore (non materiale ma etereo), il nostro vivere offerto in sacrificio per qualcuno che speriamo lo curi……e quando ci ritroviamo lì davanti a quello specchio vuoti, delusi e soli imprechiamo, ci disperiamo e diamo la colpa al destino per qualcosa che sotto sotto abbiamo scelto solo noi.

E’ nostra la colpa del nostro mal vivere, è nostra la responsabilità delle nostre lacrime, ed è nostra la fine della nostra vita interiore e tutto questo solo per una scelta dettata da un emozione.

Ma ditemi voi, come si fa a non seguire il cuore? Anche se ci distrugge, anche se ci logora, anche se ci delude?

Oggi ho imparato a non credere più che delle parole dette lì solo x colpire siano per forza sinonimo di verità assoluta. Ho imparato a dubitare, a non credere, a non fidarmi e tutto questo solo per sopravvivere in un mondo dove la purezza, l’energia vitale, la pace e soprattutto l’amore vero sono un utopia per pochi eletti ed ahimè uno di essi non sono io….

Oggi ho imparato una cosa che credo sia la più importante di tutta la mia esistenza……non permetterò più che si giochi col mio vivere….perché la mia vita è preziosa, il mio cuore ancor di più ed il mio respiro, come energia spirituale deve poter contare per chi ho di fronte, ma soprattutto voglio che le mie lacrime non si perdano nel buio dell’abisso ma diventino diamanti sulle dite del mio amore!

Ancora una volta piango per colui che non merita.

Ancora una volta spreco energia per chi non crede.

Ancora una volta amo l’amore ma non me stessa.

Ancora una volta muoio.

Ancora una volta rinascerò………………..

giocare-a-campana

Annunci

FB_20131106_16_54_28_Saved_Picture20131107170825

Leggere-e-Amare-Low

216914000_812c9909c1

17 luglio 2010 torre chianca (15)

996953_10151638828332382_96599849_n